DEDICATO ALLE MAMME

La Festa della Mamma è una ricorrenza per noi molto gradita: finalmente per un giorno siamo protagoniste e ci possiamo fare coccolare, viziare, esaltare, con dediche, letterine, lavoretti fai da te, gite, pasticcini e prelibatezze preparate dal resto della banda famigliare… Non siamo abituate ad essere le festeggiate, noi che pensiamo sempre a tutto, che organizziamo tutte le feste, che siamo le prime a svegliarci e le ultime a prepararci. Questa festa ce la meritiamo tutta.

La Festa della Mamma è sempre un’occasione per riflettere sul nostro ruolo, fare un bilancio e pensare al rapporto con i nostri figli e a cosa rappresentiamo per loro, siano essi in fasce o all’università: perché sì, quando si diventa mamme, lo si è per tutta la vita.

Quindi, prendiamoci un momento per pensare: cosa significa per voi essere mamme?

Una mamma è sicuramente un porto sicuro, un rifugio dove i nostri figli si sentiranno sempre protetti, rassicurati, compresi: da quando li portiamo in grembo fino a quando spiccheranno il volo, perché sapranno sempre che rimarremo lì, seppure a distanza. Quel cordone ombelicale rimarrà sempre un ricordo indelebile nella nostra vita e in quella dei nostri figli, in quell’istante in cui abbiamo visto il loro viso per la prima volta.

Ma una madre lo è per l’amore che offre: è il cuore a fare una madre, non la natura. Lo sono il tempo che dedica, le parole che dona, la comprensione con cui accoglie crisi e pianti. Perché una mamma sa esattamente la persona che è la sua bambina o bambino e lo ama così com’è, senza se e senza ma.

Tutto il resto viene da sé, quei piccoli momenti di vita quotidiana che creano una costellazione di ricordi che ci commuove e ci rende grate di essere madri, nonostante la stanchezza, la difficoltà di conciliare famiglia e attività professionale, nonostante il desiderio di dedicarci anche a noi stesse e continuare a crescere come persone singole. Uniche e numerosissime istantanee indelebili, ma che a volte si offuscano nella frenesia di tutti i giorni: leggere un libro illuminato da una lampada a forma di nuvola, una carezza per proteggere da un mostro, osservare degli occhi chiusi mentre dormono, un tuffo insieme in piscina, una gara di corsa, un girotondo, un disegno da colorare, una torta da infornare, un castello in riva al mare, una canzone a squarciagola in auto, una risata a crepapelle, un traguardo conseguito, la consolazione per una delusione, uno sguardo d’intesa a distanza nel frastuono di una festa, quello sguardo che ci ha uniti fin dal primo momento e che dispenseremo per tutta vita.

TANTI AUGURI MAMME, grazie a noi stesse per tutto quello che facciamo. Che la forza sia con noi!